“FRAGILE”: LA POST ART ARRIVA A MONTESACRO

montesacro

Da un impianto di aereazione vandalizzato si può dare forma all’arte? La risposta è sì. Basta recarsi nel quartiere di Montesacro e, più precisamente, nelle immediate adiacenze della metro B1 di Conca D’Oro, per ammirare l’opera realizzata da sei studentesse dei licei del III° Municipio, grazie  al corso di ‘poster art’ organizzato dalla cooperativa Parsec, all’interno dei locali dell’ex centro sociale Brancaleone. Coordinatore dell’iniziativa e del progetto anche lo street artist Rub Kandy (Mimmo Rubino).

Il nome dell’opera che lancia al quartiere un messaggio chiaro e preciso è: Fragile. Da tempo infatti, il piazzale – in cui solo nove anni fa era stata inaugurata la metro B1 – è diventato centro nevralgico di vandali, sbandati e persino tossicodipendenti. A far da cornice a questo ‘degrado sociale’ , immancabilmente era arrivato anche il degrado urbano con scritte vandaliche e intonaci deturpati.

La parola “Fragile” non è stata scelta a caso. Scegliendo la parola fragile infatti, le sei giovani artiste hanno sottolineato il delicato momento che in questo momento sta vivendo non solo  l’umanità ma anche l’ambiente che ci circonda.

Total
216
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo Precedente
batterie

IN ARRIVO LE NUOVE BATTERIE PER I VEICOLI ELETTRICI

Articolo Successivo
Capitale

COMMERCIO DELLA CAPITALE IN GINOCCHIO

Articoli Correlati
Total
216
Condividi