SISTEMI GIARDINI, TERRAZZI E BALCONI? PER TE IL BONUS VERDE

Una buona notizia per i cittadini “verdi”: anche nel 2021 viene confermata l’agevolazione fiscale ai privati che hanno intenzione di sistemare giardini, terrazzi e balconi. Stiamo parlando del cosiddetto Bonus verde, una serie di misure che riguardano le aree verdi di casa.

La Legge di Bilancio 2018, quella che ha inventato questa sana agevolazione, ora ha previsto una ennesima proroga per l’anno 2021 e consente di detrarre l’Irpef del 36% sulle spese sostenute per una serie di interventi domestici, anche se il massimo detraibile resta 1.800 euro perché la spesa massima prevista è di 5mila euro per unità immobiliare. Basterà ripartire la spesa in dieci quote annuali, tutte di pari importo.  

Potremo così sistemare a verde le aree scoperte delle nostre case e edifici esistenti, anche di pertinenze o recinzioni, e potremo creare una serpentina nuova e tecnologica per irrigare il giardino. Di grande appeal la creazione di giardini pensili, che ora può diventare qualche cosa più di un sogno per molti.

Inoltre, nel computo finale mettete dentro anche le spese di progettazione e manutenzione se queste si riferiscono all’esecuzione degli interventi suddetti, perché hanno diritto all’agevolazione, ci dice la Agenzia dell’Entrate. E se poi venderò casa ? nessun problema, se hai parte di detrazione ancora da fruire, la trasferisci al nuovo acquirente!

Mi sembra poi interessante anche poter recuperare i costi per spese sostenute su interventi eseguiti sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali, ma al massimo parliamo di 5.000 euro per ogni unità immobiliare a uso abitativo. In questo caso, ha diritto alla detrazione il singolo condomino nel limite della sua quota, dopo che avrà mostrato nel 730 di averla versata al condominio.

Facciamo attenzione che la manutenzione ordinaria periodica dei giardini preesistenti (se non li abbiamo modificati innovandoli almeno un po’) non viene premiata da questa misura di agevolazione, cosi come non sono detraibili nemmeno le spese sostenute per i lavori in economia, o se compriamo nuove attrezzature come i tagliaerba e cose da giardinaggio.

Total
194
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo Precedente

INDAGINE BEACH LITTER: 783 RIFIUTI OGNI CENTO METRI LINEARI DI SPIAGGIA

Articolo Successivo

ATAC, TORNANO I CONTROLLORI SUI BUS, CRITICO IL CODACONS: INVIEREMO NOSTRI ISPETTORI PER VERIFICARE RISPETTO DELLE MISURE ANTI-COVID

Articoli Correlati
Total
194
Condividi